Gli adolescenti notano la ragazza con il “papà” che si comporta in modo strano, la seguono perché sapevano che c’era qualcosa che non andava

Share
Credits

Era soltanto un’altra notte all’improvvisato skate park. Quattro adolescenti giocavano in un parcheggio sotterraneo, divertendosi. Però si stava facendo tardi, e i quattro ragazzi canadesi sarebbero presto dovuti rientrare a casa. Tuttavia, mentre uscivano dal parcheggio sotterraneo, fuori si fermarono davanti ad una scena sospetta.

Non più così normale

Credits

Una giovane ragazza chiaramente sconvolta e due uomini molto più grandi si facevano strada attraverso l’erba, andando verso il parcheggio. Uno degli uomini era abbastanza deciso nei confronti dell’adolescente turbolenta. In un primo momento camminava dietro di lei, ma poi sembrava rendersi conto che avevano compagnia. Questo fatto in sé non era abbastanza per suscitare sospetti, fino a quando non notarono qualcos’altro sulla ragazza.

L’urlo

Credits

Sentendo uno degli skateboarders “stava strillando e urlando” ha detto Carsyn Wrigh “Voleva solo andarsene da lì.” Questo, di per sé, era sufficiente a suscitare sospetti nel cuore dei ragazzi. I quattro adolescenti rivolsero quindi la loro attenzione agli uomini e si confrontarono con loro per una spiegazione. Che cosa stava succedendo?

La spiegazione perfetta

Credits

Il più grande dei due uomini spiegò ai ragazzi preoccupati che era suo padre. Pensando che, forse, l’avesse vista bere troppo o qualcosa di simile, i ragazzi si fecero da parte. La donna non chiese aiuto e non contraddisse le parole dell’uomo, così lasciarono perdere. Ma c’era qualcosa che non andava.

Ignoranza

Credits

Si stava facendo tardi a Calgary, e i ragazzi dovevano tornare a casa. Imballando i loro skateboard e le loro borse, hanno iniziato ad andare verso casa. Credere all’uomo era più facile. Dopo tutto, la ragazza non era in disaccordo con lui. Ma non riuscivano a liberarsi della sensazione che qualcosa non andasse per il verso giusto.

Una sensazione di disagio

Credits

Era vero che la ragazza sembrava ubriaca, ma più i ragazzi ci pensavano, più si sentivano a disagio. Avrebbero dovuto fare marcia indietro così in fretta? L’uomo che aveva dichiarato di essere suo padre era sembrato estremamente sicuro di sé – anche arrogante. Un padre si sarebbe comportato in quel modo? Poi, un dettaglio inquietante è emerso chiaramente su di loro che li ha fatti dubitare di tutto.

Qualcosa di spento

Credits

“Era tutta arruffata e sporca”, ricorda Carsyn. Sembrava che avesse lottato con l’uomo per un po’ di tempo. Poi, come a porre fine alla conversazione, l’uomo l’aveva sollevata sulla spalla come un sacchetto di patate. Ma lei stava ancora cercando di resistere. Ogni istinto dei ragazzi gridava loro di tornare indietro. Se non avessero fatto qualcosa non se lo sarebbero mai perdonati.

Non poteva essere vero

Credits

Più ci pensavano, più sapevano che qualcosa non andava. Erano sicuri che i tre si conoscessero a vicenda? E cosa facevano in attesa fuori dal parcheggio a quell’ora? La sensazione di turbamento li colpì tutti in una volta – può esserci qualcosa di più oscuro in corso qui. Tornarono di fretta indietro, speravano solo di non essere in ritardo.

Sperare per il meglio

Credits

I ragazzi ammisero di non essere convinti, ma Wright disse: “Non si deve pensare al peggio riguardo una persona come quella. Quella situazione non può essere vera, quindi basta non pensarci e sperare per il meglio”. Quando arrivarono fuori dal parcheggio, il trio non si vedeva da nessuna parte. Ma non ci volle molto tempo per capire dove fossero andati. Sarebbero dovuti entrare.

Al di sotto

Credits

Ma quello che i ragazzi non sapevano era che c’era molto di più riguardo quei due uomini di quanto gli occhi non riuscissero a vedere. Quando sono entrati nel parcheggio sotterraneo del Chinook Centre, sono involontariamente giunti anche nel ventre buio scuro di Calgary – e non sarebbe stato possibile tornare indietro. C’era un problema crescente nella comunità. Sotto la parte esterna di lusso del centro commerciale, vi era qualcosa di molto più grande e più scuro.

Uno squallido mondo sotterraneo

Credits

L’agente Arthur L. Doner stava indagando su un aumento dell’attività criminale a sud-ovest di Calgary, ma vari agguati e ricerche si erano rivelate infruttuose. Le trattative delle bande rivali nella zona avevano raggiunto proporzioni terrificanti e, proprio come una bestia mitica, questa aveva abbattuto un solo membro per crearne altri due – apparentemente dal nulla. Non aveva idea che quattro skateboarder stavano per tentare di affrontare l’Idra da soli.

Andare sottoterra

Credits

I ragazzi sono entrati lentamente nell’oscurità sotto il Chinook Centre. Sapevano già che oggi non c’erano guardie di sicurezza in servizio – avevano controllato il tutto con disinvoltura prima di prendere gli skateboard quel pomeriggio stesso. Il lotto sotterraneo era il luogo perfetto per fare i conti con il male. Purtroppo anche gli uomini lo sapevano.

Nulla di buono

Credits

Le riprese delle telecamere a circuito chiuso degli uomini mostrarono che camminavano su e giù tra i parcheggi, alla ricerca di qualcosa. La ragazza era con loro mentre cercavano l’angolo più fuori mano, poi individuarono esattamente quello che stanno cercando. Aprirono la porta della tromba delle scale e scortarono la ragazza all’interno, e tutti e tre scomparirono quando si chiuse alle loro spalle.

Una scala vuota

Credits

I ragazzi si introdussero in silenzio nel lotto sotterraneo. Era misteriosamente vuoto quel giorno. Il loro primo istinto fu quello di guardare dietro le poche auto parcheggiate, ma non riuscivano a vedere il trio da nessuna parte. Dopo pochi minuti si diressero alla tromba delle scale, e tutti e quattro pregarono di non essere lì. Tutto stava diventando un po’ troppo reale, e non era il massimo.

Nell’oscurità

Credits

Arnaud si fermò con la mano sulla maniglia della porta, mentre dava agli altri uno sguardo che diceva loro di essere pronti. Con un rapido movimento, egli fece cadere la porta e la aprì. Ma quello che i ragazzi trovarono all’interno della tromba delle scale li lasciò in agitazione. Non si sarebbero mai potuti preparare a questo.

Catturato

Credits

I ragazzi avevano cercato all’interno del parcheggio sotterraneo, scrutando tra le file di auto mentre camminavano. Con così tante ombre nelle quali nascondersi, potevano essere ovunque. Ma è stato solo quando hanno ispezionato la tromba delle scale che li hanno trovati. La scena in cui erano finiti era ancora peggiore di quanto avrebbero mai potuto immaginare.

Affrontare la verità

Credits

I ragazzi girarono l’angolo e furono sorpresi da quello che trovarono. Potevano semplicemente distinguere la forma degli uomini nell’oscurità. L’istinto disse loro di correre, ma in un istante tutti decisero di agire. Non potevano lasciare la ragazza al suo destino, dovevano fare qualcosa.

Disgustoso

Credits

I quattro ragazzi erano disgustati e petrificati da quello che gli uomini le stavano facendo. Arnaud Nimenya, uno dei ragazzi, ha ammesso di “non sapere cosa fare”. Tuttavia non ci volle molto tempo prima che i quattro cercassero di separare gli uomini dalla ragazza. Gli uomini, naturalmente, erano furiosi. Ma i ragazzi non sapevano con chi avevano a che fare.

Sporco e furioso

Credits

L’uomo più alto, ostacolato, cercò di abbandonare del tutto la situazione, lavandosi le mani. L’altro uomo, suo complice, lo seguì mentre se ne andavano. Nimenya osservò mentre lo seguivano: “Mi ha spinto aggressivamente lontano, un po’ come se mi sorridese, del tipo: “Posso farlo. Non puoi farci niente”. Non potevano stare a guardare e lasciare che la passassero liscia.

Dare la caccia

Credits

Mentre gli uomini cercavano di andarsene, si voltarono per vedere tre dei ragazzi che lo inseguivano. Uno di loro era rimasto con la ragazza scossa, mentre gli altri avevano iniziato a dargli la caccia. Hanno cercato di superarli, ma stavano recuperando in fretta. Decisi a non lasciare che gli uomini scappassero dopo tanta crudeltà indicibile, i ragazzi si precipitarono per le strade di Calgary. Improvvisamente, erano su di loro. Non avevano nessun altro posto in cui scappare.

Una soffiata

Credits

L’agente Doner era pronto. Aveva saputo che l’uomo che stava osservando attentamente era stato avvistato vicino al Chinook Centre, insieme ad uno dei suoi alleati. Corse velocemente attraverso le strade ricche del sobborgo sud-occidentale fino a quando vide l’enorme edificio che si stagliava nel cielo serale. Si rivolse alla radio per chiedere rinforzi, ma non dovette cercare a lungo il presunto capo della banda. Praticamente si scontrò con il fianco della sua auto.

Combattimento

Credits

Con gli adolescenti all’inseguimento degli uomini, si voltarono per affrontare gli adolescenti. Questo è stato il momento in cui il più grande dei due ha deciso di combattere. Ha strappato uno skateboard da una delle mani dei ragazzi e lo ha usato come un randello, cercando di respingerli. Sapeva che era la fine della corsa, ma pensava di poter vincere con la forza. Non sapeva che l’agente Doner era a pochi metri di distanza.

L’intervento della polizia

Credits

Prima che l’uomo potesse fare del male ai ragazzi, l’agente Doner si fece coinvolgere. Saltò fuori dalla macchina e lottò con l’uomo a terra. Non poteva crederci. Finalmente lo aveva preso. Tuttavia, al momento dell’arrivo dei rinforzi, il secondo uomo era ormai scomparso da tempo, tornando nel nascondiglio da cui era venuto. Ma che dire dei nostri eroi?

Correndo a casa

Credits

Dopo aver visto l’auto della polizia avevano istintivamente cominciato a correre. Dopo aver fatto uno scatto fino al parcheggio, hanno trovato l’ultimo ragazzo che confortava la ragazza che aveva appena vissuto una sofferenza così straziante. Non avevano idea di essersi scontrati con un famigerato capobanda. Accertati che fosse al sicuro, sana e incolume, i ragazzi tornarono a casa. Ma poi iniziarono le telefonate.

Preoccupazione

Credits

Gli adolescenti non erano resi conto che la loro prova non era ancora finita. Continuavano a ricevere telefonate, ma avevano troppa paura di rispondere. E se fossero finiti nei guai per aver combattuto con l’uomo? O peggio, e se l’uomo avesse in qualche modo ottenuto i loro recapiti? Ma le chiamate continuavano ad arrivare. Sapevano che dovevano prendere il colpo e affrontare le conseguenze delle loro azioni. Non potevano scappare per sempre.

La paura all’inizio

Credits

Il capo della polizia, il capo Const. Roger Chaffin, cercò di chiamare i ragazzi, volendo ringraziarli per quello che avevano fatto. Purtroppo, i ragazzi fraintesero le chiamate – pensavano di finire nei guai per aver combattuto l’uomo. Alla fine risposero alla chiamata, e i ragazzi furono piacevolmente sorpresi da ciò che gli era stato detto, ma anche un po’ impauriti.

Famoso

Credits

L’uomo che avevano arrestato non era altro che una figura chiave nella banda che da anni opprimeva Calgary. I membri della banda del FOB erano noti per i loro loschi affari. I ragazzi rabbrividirono e pensarono a quali piani l’oscuro destino riservava per la ragazza che avevano salvato. La polizia di Calgary aveva cercato di catturare l’uomo per mesi, ma lui era riuscito in qualche modo ad evitarli.

Vuotare il sacco

Credits

Quando l’uomo è stato arrestato e interrogato, ha fatto trapelare tutti i dettagli sui suoi compagni di banda. Dagli indirizzi fino a una serie di crimini, disse tutto. L’agente Doner era messo a tappeto. Infine, ha avuto una nuova strada per affrontare le bande che affliggevano Calgary. E tutto grazie a quattro ragazzi coraggiosi! Ma come poteva la polizia ripagarli?

Celebrazione

Credits

I quattro ragazzi furono invitati a partecipare al Gran Galà del Premio del Capo per il loro servizio a Calgary e alla giovane ragazza che avevano salvato. Tutti e quattro erano d’accordo sul fatto che era quanto speravano che qualcuno avrebbe fatto nella stessa situazione. La prossima volta, sapranno di potersi fidare del loro istinto tanto quanto dei loro skates.

Il coraggio

Credits

Se ti fossi trovato nella stessa situazione, ti saresti fidato del tuo istinto? Oppure te ne saresti andato via? Quello che hanno fatto questi quattro adolescenti è stato un incredibile atto di audacia e ha richiesto molto coraggio. Non è facile affrontare un adulto che sembra avere autorità, figuriamoci due. Chissà cosa sarebbe successo alla ragazza se non si fossero fidati del loro istinto?