Donna parcheggia in zona vietata; la vendetta degli operai è esilarante

Share

Una storia di rivincita

Credits

Guidare un auto è una responsabilità. Bisogna rispettare sempre il codice della sreada, ma anche il prossimo! Alcune persone credono di poter fare qualsiasi cosa a bordo della loro auto… ma non è cosi! Non è possibile farla franca quando non si ha ragione, bisogna capirlo! Questa storia mostra proprio questo…

Un operaio edile californiano ha dimostrato che alcune persone semplicemente non sanno quando ammettere di aver sbagliato. Un esempio perfetto è stato quando ha affrontato una donna che si è rifiutata di spostarsi da una zona di divieto di parcheggio, impedendo al suo team di caricare e scaricare le merci di lavoro in sicurezza.

La giustizia è servita: perchè ha torto

Credits

A Larkspur, California, una cittadina a nord di San Francisco, una donna ha deciso di parcheggiare in un luogo particolarmente sconveniente. Di tutti i posti auto disponibili, ha parcheggiato la sua auto in divieto di sosta. E ‘stato allora che un operaio edile che è andato con il soprannome di “BBQLunch” ha deciso di vendicarsi, ma non per il motivo che pensiamo.

Il lavoro

Credits

Il motivo per cui non doveva parcheggiare era chiaro: si era messa in mezzo a una casa in costruzione. “La casa si trova a circa 250 metri su una collina, raggiungibile solo attraverso un sentiero a piedi”, ha spiegato, “e tutti i nostri materiali devono risalire questo sentiero a mano”. E’ faticoso portare manualmente, letteralmente, su per questa collina, TUTTA LA CASA. Una delle nostre salvezze è avere i due parcheggi sulla strada in fondo a questa collina, contrassegnati con cartelli ufficiali “Parcheggio vietato”. Così l’ha affrontata…..

Vicino la scuola

Credits

Non solo, ma i lavoratori edili hanno chiuso un occhio molte volte prima per altre persone che non avevano altra soluzione – ma questo era diverso. “C’è una scuola elementare a circa mezzo isolato di distanza e i genitori dei bambini sembrano pensare regolarmente (almeno due volte al giorno) che sia giusto parcheggiare nei nostri posti. Ora mi considero una persona ragionevole, quindi se qualcuno è parcheggiato nei posti e non abbiamo una consegna o la necessità di parcheggiare un camion, lo lascerò andare”.

Parcheggio per i genitori

Credits

“Se abbiamo bisogno dei posti e c’è qualcuno parcheggiato lì, tuttavia, chiederò loro di spostarsi e il più delle volte lo fanno immediatamente”, ha spiegato, cosa che possiamo capire perfettamente. Cioè, “fino ad oggi”. Ad un certo punto della giornata, BBQLunch ha scritto: “Ricevo una telefonata dal camion per la consegna del legname che è in viaggio verso la nostra posizione, dice che sarà lì in circa due o tre minuti”. Doveva prepararsi per il suo arrivo.

Salvare il punto

Credits

“Gli faccio sapere che lo incontrerò per strada e mi assicuro che abbia spazio per parcheggiare”, ha detto. A quel punto, “sta portando tutto il materiale per incorniciare il tetto della nostra casa, che è molto grande e ci vorrà probabilmente un’ora per raggiungere la collina, quindi naturalmente non volevo che rimanesse in mezzo alla strada con i suoi pericoli per un’ora, quando abbiamo un posto auto perfetto per lui”.

Parcheggiato illegalmente

Credits

Se il muratore pensava che le cose sarebbero andate lisce, si sbagliava profondamente. “Il mio viaggio inizia giù per la collina”, ha detto BBQLunch, “Ho notato che un genitore era seduta nella sua auto. Supponendo che stia solo aspettando di prendere il suo bambino, vado fino alla sua auto e gentilmente le faccio sapere che è parcheggiata in una zona senza parcheggio e abbiamo davvero bisogno che lei lo sgombri per parcheggiare un camion per le consegne”.

Il legname arriva

Credits

Avrebbe potuto essere comprensiva e sensibile al fatto che stava effettivamente infrangendo il codice della strada, ma non è quello che è successo: mi deride e mi dice: “Ci metterò solo pochi minuti e il tuo camion non è qui, datti una calmata”. Prima che io potessi rispondere, un camion pieno di legname arriva dietro l’angolo.

Maleducata

Credits

Senza essere sgarbato l’operaio ha riprovato. “Ho indossato il mio miglior servizio clienti per sorridere e salutarla attraverso il finestrino”, ha detto. In risposta, “ha messo giù il finestrino e ha gridato infastidita: COSA??” Ormai il camion si era fermato accanto alla sua auto e “le ho chiesto gentilmente di nuovo, con un tono di voce più forte, di spostare il suo veicolo, ricordandole che è parcheggiata illegalmente in una zona di rimorchio”

Richiesta non accordata

Credits

Non volendo fare quello che qualsiasi altra persona avrebbe fatto, mi ha dato lei stessa l’idea: “ Non potete scaricare la merce intorno a me? Gesù, non è cosi difficile!” Ho sorriso e me ne sono andato con in testa un piano brillante. Chiedo all’autista di parcheggiare il più vicino possibile a lei e bloccarla dentro quello che doveva essere il posto riservato a noi per lavorare.

Rinchiusa

Credits

Dopo aver detto all’autista cosa aveva in mente, BBQLunch ha annotato la risposta del suo collega: “Sorride perché immediatamente capisce quello che sto cercando di fare, e procede a bloccare sapientemente questa signora e la sua auto in una piccola prigione con due posti auto. Liberiamo il legname e i miei ragazzi iniziano a montare il materiale sulla collina, nel frattempo chiamo la polizia per far loro sapere la situazione. In questo momento non stavo cercando di metterla nei guai”.

Arriva il bambino

Credits

“Volevo solo una registrazione del motivo per cui stavamo bloccando una parte della strada in modo da non avere problemi con la comunità”, ha detto. “La simpaticissima addetta al traffico mi fa sapere che può essere lì in circa 30 minuti e affrontare la situazione per me, meraviglioso! Mentre continuiamo a scaricare il legname, il figlio del genitore si presenta, e la mamma si sta rendendo conto che il camioncino è parcheggiato così vicino che non può uscire dalla porta dell’autista per incontrare suo figlio”.

Rendendosi conto dell’errore a modo suo

Credits

A questo punto, ha detto, “Lei si arrampica goffamente attraverso l’interno della sua auto e inciampa fuori dalla porta del passeggero, lanciando sguardi accecanti a me e all’autista del camion nel frattempo. Carica il suo bambino nella parte posteriore e poi comincia a rendersi conto che non ha modo di andarsene. Viene a prendere d’assalto me e il conducente affermando: “Ho molta fretta, devi spostare il tuo….camion proprio ora, così posso andare”.

Politica aziendale

Credits

Tuttavia, “Prima di poter rispondere, l’autista mi fa un sorriso e dice: ‘Signora’ per scaricare il legname sul camion abbiamo dovuto slegarlo e, secondo la nostra politica aziendale, non mi è consentito spostare il camion con carichi non garantiti. Spiacente”. Questo la manda in livelli di pressione sanguigna vicini all’aneurisma, mentre io riesco a malapena a contenere le mie risate”.

Arriva la polizia

Credits

“A questo punto, con un tempismo impeccabilmente conveniente, l’agente delle forze dell’ordine si presenta e parcheggia dietro il camion. Lei non vede l’agente arrivare e mentre l’agente sta ancora uscendo dal suo veicolo, io dico solo casualmente: “Non puoi semplicemente tirarlo fuori? Non è così difficile””. Furioso che lui abbia usato le sue parole contro di lei, lei gli ha maledetto ancora una volta. Secondo BBQLunch, lei poi “torna in macchina e si arrampica con rabbia attraverso la porta del passeggero e nel sedile del conducente”.

Un piano stupido

Credits

“A questo punto l’ufficiale sta salendo verso di me e l’autista, prima ancora di potersi presentare la mamma in macchina sbatte in retromarcia e si lancia sul gas, sbattendo al nostro wc chimico e rovesciandolo, e poi cerca di montare il marciapiede. L’agente, l’autista ed io stiamo a guardando con incredulità mentre lei si trova a metà del marciapiede e si blocca”.

“Gridare oscenità”

Credits

“Riesco a sentire le sue grida di oscenità sul furgone al minimo dall’interno della sua auto”, continua BBQLunch. “L’agente si avvicina prontamente alla porta della macchina e le ordina di uscire. La mia parte preferita dell’intera cosa è guardare la sua faccia andare in stato di shock mentre si rende conto di aver appena fatto tutto questo davanti a un agente di polizia. Viene schiaffeggiata in manette mentre l’agente di parcheggio richiede una seconda unità e lei è subito seduta sul marciapiede stesso che ha cercato di guidare sopra”.

Colta sul fatto

Credits

Come ci si aspetterebbe, ora che era nei guai ha fatto del suo meglio per uscirne, come ha scritto l’operaio edile su Reddit. “Si siede sul marciapiede urlando agli attuali due ufficiali di come le abbiamo detto che poteva rimanere lì e che non le abbiamo mai chiesto di trasferirsi. L’ufficiale del traffico risponde che è stata lei a essere stata chiamata quando si è rifiutata di trasferirsi e che conosce già quello che sta succedendo”.

Lo scarico e quasi ultimato

Credits

Il secondo ufficiale presente a quel punto mostra quanto sia stata fuori luogo questa donna. “Mentre io e l’autista diamo un resoconto al secondo ufficiale, i miei ragazzi finiscono di spostare il resto del legname e l’autista finisce la sua dichiarazione e decolla per tornare in cantiere”, ha scritto BBQLunch. Ma dopo aver infranto la legge parcheggiando in una zona senza parco, cosa potrebbe accadere alla donna maleducata e a suo figlio?

Minaccia per i bambini

Credits

BBQLunch ha spiegato esattamente come è finita: “Alla fine del calvario fu arrestata, e i quello che nascondeva la sua fedina penale, la dice lunga sul suo ruolo nella società. Il ragazzo è andato a casa con la nonna e lei è andata a passare un po’ di tempo in cella”. E pensare che c’era un modo per evitare tutto questo…..

Il lettori di Reddit

Credits

“La sospensione della licenza era la parte migliore per me. Tutti sanno che se stai giocando sporco tieni la testa bassa e obbedisci al codice della strada”, ha scritto uno dei Redditor. Cosa ne pensi? Un altro ha risposto che “ovviamente non tutti” lo sanno.  Questa donna ha continuato a scavare la buca sempre più in profondità fino a quando non ha saputo uscirne, mentre avrebbe dovuto evitare guai.

“Un solo crimine alla volta”

Credits

Come spiegava un lettore “un crimine alla volta’ scorre meglio….”. Nel frattempo, qualcun altro ha detto che gli è sempre piaciuto “non infrangere la legge quando si infrange la legge”.

La prossima volta ci penserà due volte

Credits

In qualsiasi momento, avrebbe potuto semplicemente agire con umiltà ed essere all’altezza del fatto che aveva commesso un errore. Ma se ti limiti a sbagliare, le cose peggioreranno per te. Non mi sarei mai aspettato che lei ascoltasse il mio consiglio: “Basta tirarlo fuori”, scrisse BBQLunch. “Ma penso che la prossima volta probabilmente ci penserà due volte a parcheggiare in una zona di rimorchio, se mai prenderà di nuovo la licenza”.