Maestra sconvolta: alunno rivela un terribile segreto in classe

Share

Occhio non vede cuore non duole

Credits

Il piccolo Camden non si sentiva bene a scuola quel giorno, l’insegnante Nancy decide di sedersi a chiacchierare con lui per capire il motivo del suo malumore: non poteva di certo passare inosservato!

Prendersi cura di lui

Credits

Quando qualcuno si dedica alla professione di insegnante, lo fa perché gli piace. Adorano la possibilità di aiutare a plasmare la mente di un bambino o di essere qualcuno di cui il bambino può fidarsi e da cui dipende.

La maestra d’asilo, Nancy Bleur, è una signora di 54 anni, amorevole e premurosa, che adora i suoi studenti e fa di tutto per assicurarsi che siano felici e ben curati.

Fino a che punto si spinge Nancy per aiutare Camden?

Uno strano presentimento

Credits

Camden era diventato molto asociale in queste ultime settimane, il che non era affatto normale. Dentro, Nancy, sapeva che qualcosa non andava bene.

Camden aveva smesso di giocare con gli altri bambini e sembrava estremamente distratto quando era in classe. Ancora più preoccupante, Camden passava la maggior parte del suo tempo da solo. Nancy sapeva che c’era qualcosa, ma cosa poteva essere?

Stabilire una connessione

Credits

Nancy sapeva che su Camden aveva un ascendente positivo, cercò quindi di mettersi in contatto con lui per capire cosa stesse succedendo. Dopo qualche frase, Nancy si rese conto che il bambino stava avendo qualche problema a casa, decise quindi di andare a fondo nella questione.

Investigare

Credits

Come insegnante Nancy ha sentito quello che il piccolo Camden aveva da dire, ha capito che la priorità assoluta era mettersi in contatto con il padre. Non è stata una telefonata facile da fare, ma Nancy è venuta a capo dei problemi di Camden.

Traendo il numero di telefono del padre di Camden dai registri scolastici, Nancy decide di andare a fondo alla questione facendo una domanda diretta.

Cecità

Credits

Darreld, il padre di Camden, pensò subito al peggio quando rispose alla chiamata dell’insegnante di suo figlio. Aveva avuto problemi a scuola? Era successo qualcosa? Ma quando Nancy gli ha detto il vero motivo della sua chiamata, era completamente sbalordito.

Non si aspettava che Camden si lasciasse sfuggire il suo segreto.

Una domanda importante

Credits

Nancy ci aveva pensato a lungo prima di chiamare il padre di Camden. Era fuori luogo? Ma quando vide la faccia di Camden nella sua mente, sapeva di doverlo fare.

Aveva pensato attentamente a formulare la domanda per non offendere Darreld. Sperava solo di fare la cosa giusta chiedendo. Quando ha sentito la sua risposta, sapeva che doveva agire immediatamente.

Estranei in casa

Credits

Nancy non aveva mai immaginato che i problemi di Camden a casa si sarebbero potuti arrivare a questo. Il ragazzino le aveva confidato che nelle ultime settimane gli sconosciuti in uniforme avevano fatto più di una visita a casa sua.

Temeva soprattutto che suo padre venisse di nuovo portato via. Ma cosa poteva fare la sua maestra al riguardo?

La confessione di Camden

Credits

Nancy aveva temuto che non fosse compito suo interferire nella vita del suo studente, ma aveva interagito con così tanti bambini durante i suoi anni di insegnamento che sapeva di dover fare qualcosa. Aveva già visto situazioni come questa escalation.

Il giorno in cui Camden andò da lei e confessò, non riusciva a tenere la situazione sotto controllo. Non capiva cosa stava succedendo alla sua famiglia.

Una promessa

Credits

La signorina Nancy era sinonimo di mondo per il suo giovane studente. Camden sapeva che se la signorina non avrebbe potuto aiutare, nessuno avrebbe potuto. Gli ha promesso che avrebbe fatto tutto ciò che era in suo potere per sistemare le cose – anche se questo significava fare il sacrificio finale.

Ma prima aveva bisogno di prendere una decisione.

Ne era sicura?

Credits

Nancy aveva un’intuizione, ma doveva essere assolutamente sicura di andare avanti. E’ stata una delle decisioni più difficili che abbia mai dovuto prendere. Era determinata a dare a Camden la vita che meritava.

Ma nessuno avrebbe mai potuto sospettare che sarebbe arrivata a questo punto, tanto meno il padre di Camden.

Agire

Credits

Non appena terminata la scuola, Nancy si precipitò all’ospedale più vicino per compilare i documenti richiesti.

Poi, ha preso un appuntamento per una consulenza psicologica. Era necessario che fosse sicura del suo stato mentale. Sapeva che quello che stava per intraprendere non sarebbe stato facile.

Pronta

Credits

Dopo una serie di test, Nancy ha finalmente ottenuto i risultati. La sua valutazione psicologica sembrava buona. La sua mente era abbastanza solida per fare quello che doveva fare, e il suo corpo era abbastanza forte per gestire ciò che stava arrivando.

I test dimostrarono che Nancy non solo era disposta ad aiutare Camden, ma che era l’unica che poteva farlo.

Problemi

Credits

E’ venuto fuori che il padre di Camden, Darreld Petersen, non se la cava così bene dal punto di vista della salute. In effetti, il futuro di Darreld sembrava piuttosto cupo. Aveva seri problemi di funzionamento dei reni. Stavano operando solo al 20% della loro capacità.

Durante il trattamento di dialisi che stava ricevendo, sembrava così malato che Camden era sconvolto dalla realtà. Fu allora che Nancy decise di fare qualcosa di straordinario.

Sempre guardare avanti

Credits

E’ qui che la storia comincia a diventare interessante. Si potrebbe pensare che l’insegnante Nancy si sia offerta di fare da babysitter e prendersi cura di Camden quando Darreld non poteva. Non solo si sentiva in colpa per Darreld, ma era preoccupata di come Camden ne sarebbe stato coinvolto.

Ma questo va ben oltre quel tipo di sostegno umano. Nancy voleva risolvere i problemi della famiglia.

Straordinario

Credits

Dopo che Nancy ha posto a Darreld la domanda molto importante, l’insegnante ha deciso che avrebbe aiutato la famiglia in ogni modo possibile e che avrebbe fatto un’offerta straordinaria. Si sottopose a tutti i test richiesti e compilò tutti i documenti.

Fortunatamente per Darreld, si scopre che Nancy era un partner perfetto. Ma per cosa, esattamente?

Completato

Credits

La famiglia di Camden era ovviamente in totale soggezione – non ci sono molte persone che sarebbero disposte ad offrire di donare uno dei loro reni!

Giorni prima della procedura, la famiglia di Camden ha visitato Nancy alla scuola con fiori e molti ringraziamenti. “Avevo amici e parenti che volevano fare una donazione, ma non erano idonei, per motivi medici o altri motivi”, disse Darreld più tardi, “poi la signorina Nancy si è messa in contatto con me”.

Arrivederci

Credits

Dopo numerose interviste con i notiziari locali che hanno tutti elogiato Nancy per il suo altruismo, il grande momento era finalmente arrivato. Ha detto addio e si è recata in ospedale per completare la procedura.

Darrel più tardi ha detto che stava avendo ripensamenti, preoccupato per la salute di Nancy. Ma lei era determinata e pronta a rischiare tutto.

In buone mani

Credits

I migliori chirurghi di trapianto di Iowa, Alan Reed, MD; Zoe Stewart Lewis, MD, Ph.D.; e Daniel Katz, MD, hanno assicurato ai fan di Nancy che lei era nelle migliori mani.

I chirurghi e le infermiere presenti sono stati al fianco di Darreld e Nancy per tutto il tempo, assicurandosi che la coppia rimanesse calma durante l’intervento. Ma l’intervento è stato un successo?

Successo

Credits

La procedura di trapianto è stata un successo!

La famiglia, sopraffatta dalla generosità di Nancy, l’aspettava appena arrivata. Si sono precipitati ad abbracciarla e baciarla e hanno promesso che saranno sempre una seconda famiglia per lei e la sosterranno sempre – quello che aveva dato loro era inestimabile. E nessuno era più grato di Camden.

La gratitudine di Camden

Credits

Naturalmente, Camden era estasiato. Vedere di nuovo suo padre sano ed energico dopo una malattia così lunga gli riempì il cuore di gioia.

Semplicemente incapace di nascondere la sua felicità, ha ringraziato la sua insegnante Nancy e le ha fatto una promessa: sarebbe stato il miglior studente che lei avrebbe mai avuto. Ma c’erano ancora alcune cose che la famiglia doveva fare…

Sensibilizzazione

Credits

Dopo l’esito positivo della procedura, Darreld e Nancy hanno deciso di agire. Volevano sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della donazione di organi e cercare di richiamare l’attenzione del team del Centro Trapianti dell’Università dell’Iowa.

Presto, i media hanno saputo dell’atto di generosità di Nancy e sono stati felici di aiutarla con la sua nuova causa.

Umiltà

Credits

Ma Nancy rimane umile: “Avevo una collega che, anni fa, aveva donato un rene a qualcuno nella sua chiesa”, ha detto Nancy in un’intervista.

“Era una parte importante del viaggio della sua vita, e questo mi ha ispirato. Quando ho sentito parlare della situazione di Darreld e Camden, mi è sembrata la cosa giusta da fare”.

Fortuna

Credits

Quando Nancy ha ricevuto la notizia che poteva donare a Darreld non avrebbe potuto essere più felice. “Ero davvero entusiasta. Ero estasiata. Non so cosa avrei fatto per la conclusione se non fossi stata una donatrice”, ha dichiarato più tardi.

Ma cosa ha da dire Darreld sulla donna che gli ha salvato la vita?

Parte della famiglia

Credits

“E’ parte della mia famiglia per il resto della sua vita, che le piaccia o meno”, ha detto. “Il team di Iowa City fa parte della mia famiglia. È stato tutto meraviglioso e spero che tutti abbiano la mia stessa fortuna”.

“Come si fa a ringraziare qualcuno per averti salvato la vita? chiede Darreld. “E’ davvero una donna straordinaria.”

Nancy è andata oltre come insegnante e come essere umano quando ha deciso di aiutare il padre di Camden – gli insegnanti sono sempre preparati a situazioni insolite. Il nostro prossimo insegnante non fa eccezione. Quando la signora Nabors ha controllato lo zaino del suo studente una mattina, niente avrebbe potuto prepararla per quello che ha trovato all’interno – né la reazione dei suoi studenti.

Ricordando

Credits

Fu solo dopo il lavoro mattutino che la signora Nabors si ricordò finalmente del suo dovere, e andò a cercare negli zaini degli studenti e nelle borse degli studenti.

Trovò le solite cose: libri, matite, la merenda occasionale che doveva essere nel loro cestino del pranzo. Tutto era normale fino a quando tocco ad una ragazza piuttosto nervosa.

La scuola di oggi

Credits

I controlli delle borse stanno diventando sempre più necessari durante tutto l’anno.

Dalle distrazioni benigne come i telefoni cellulari e i giocattoli (con ovvie eccezioni) ai prodotti dannosi che danneggiano all’interno e all’esterno del corpo studentesco, gli insegnanti e la sicurezza devono essere molto attenti – ma i più giovani ottengono un lasciapassare?

Mai troppo giovane

Credits

Purtroppo, gli studenti delle scuole elementari sono ora soggetti alle stesse leggi degli studenti più grandi. Non possono mai essere troppo giovani per essere considerati criminali.

Questo atteggiamento ha suscitato indignazione in molti insegnanti/genitori, e i genitori si chiedono: “Questa accusa farà perdere l’innocenza dei miei figli?

Accuse non infondate

Credits

Mentre la questione dell’innocenza può non essere una domanda a cui i legislatori e le guardie di sicurezza possono rispondere, una cosa è certa: a volte è necessaria.

Anche se la maggior parte dei bambini che portano oggetti vietati possono non farlo per il desiderio di danneggiare i loro compagni di classe, possono certamente far loro del male – attraverso allergie, oggetti appuntiti, o semplici mani maldestre.

Come tutti gli altri

Credits

Proprio come ogni altra scuola, la sicurezza degli studenti è una priorità assoluta per la scuola elementare Jefferson nella contea di Jefferson, Georgia. Come risultato, gli studenti di tutte le classi si sottopongono al controllo dei propri zaini da parte degli insegnanti dopo gli annunci del mattino.

La maggior parte degli insegnanti non si aspetta di trovare altro che giocattoli, ma oggi per la signora Nabors è stato diverso.

Benvenuti nella seconda elementare

Credits

La signora Bobbie Nabor insegna alla scuola elementare Jefferson.

Anche se è giovane, confida che i bambini sanno cosaportqre e cosa non portare a scuola, e generalmente non si preoccupa di controllare le borse degli studenti per un po ‘di sicurezza in più. Fino a quel giorno, in cui ha notato qualcosa di insolito.

Un evento imminente

Credits

Quella mattina, i bambini erano entusiasti. Gli annunci del mattino avevano menzionato una fiera del libro imminente, e non importa quanti anni ha un bambino, le fiere del libro sono uno degli eventi più emozionanti dell’anno

Questo, con suo rammarico, l’ha distratta dal controllare le borse prima.

Lavoro mattutino

Credits

Ci è voluto un po’ per far sì che i ragazzi di seconda elementare si concentrassero sul lavoro mattutino, così la routine ha richiesto più tempo del solito. In effetti, la signora Nabors si era quasi dimenticata di fare il controllo dei bagagli. Che tipo di contrabbando possono mai fare?

Tuttavia, ha iniziato a controllarli.

Una borsa in movimento

Credits

Dal modo in cui uno studente ha agito, è stato molto più di un gioco. Mentre la signora Nabors si è piegata a controllare la sua borsa, ha scoperto subito che la borsa si muoveva. Preoccupata per quello che avrebbe trovato all’interno, non rinunciò a controllarlo…

Un paio di occhi l’hanno accolta, la piccola faccia di un cucciolo marrone. La signora Nabors tirò fuori il cane dallo zaino della bambina e la guardò. Avrebbe potuto punirla per aver portato un cane a scuola – la bambina poteva mettere in pericolo i bambini con allergie. Ma la signora Nabors aveva un’altra opzione…

Il cucciolo

Credits

La signora Nabors passò dolcemente il cagnolino in giro, con la meraviglia dei suoi studenti. Ognuno ha avuto la possibilità di tenerlo in braccio e di accarezzarlo, ed è diventato rapidamente il preferito in classe.

Dopo tutto, la ragazza era troppo giovane per essere punita duramente quando non poteva separarsi solo dal suo amico animale. Rimaneva però una domanda.

La risposta

Credits

Da dove veniva il cane? La signora Nabors chiese alla ragazza, il cui nome rimane anonimo. Aveva la risposta più classica e onesta che poteva venire da un bambino: “Mia madre deve averlo messo lì dentro”. Perché, naturalmente, lo ha fatto.

Il bambino non c’entrava niente. Ma il divertimento non poteva durare per sempre.

Tornare a casa

Credits

Sebbene fosse un successo in classe e abbastanza tranquillo per essere un cucciolo, non poteva rimanere in classe per sempre. Il cucciolo, di nome Jake, doveva tornare a casa.

La signora Nabors chiamò la madre della bambina per venire a prenderlo a scuola, per portarlo a mangiare e bere. Prima della sua partenza, però, prese una decisione.

Una mascotte

Credits

Sapeva che la fiera del libro annunciata aveva ancora bisogno di una mascotte perché fosse ufficiale, e sembrava che lui fosse già popolare con il suo estemporaneo focus group. Jake è diventato la mascotte, e il suo slogan, “Zampe per un buon libro” ha dato all’evento un tocco personale.

Ma quali altri effetti ha avuto Jake sulla scuola?

Competizione

Credits

Jake non e’ l’unico cane ad essere nella scuola. Dottie, un cane di servizio locale, si occupa di uno degli studenti!

Per finire con giochi di parole , Jake direbbe: “Via le zampe, Dottie! Sono Top Dog da queste parti!”.